BEPPE NON C’E’…E’ ANDATO VIA.

Beppe non c’è,è andato via,mi sarebbe piaciuto rincontrarlo nei

pressi della sua casa di Bibbona, ma quest’anno,ha rinunciato.

Forse è stanco anche lui di beghe italiote,forse è anche stanco

di beghe pentastellate,forse,a questo punto,meglio andare avanti

a testa bassa,senza raffinare troppo i problemi.

A giugno avrei voluto abbandonare la baracca perchè a me

piacerebbe far parte di un gruppo,non essere solamente ‘un portavoce’,ma,diciamoci la verità,nel M5S,non è mai il momento 

di discutere,mai il momento di dialogare,mai il momento di fare

squadra,la squadra sa di partito,il dialogo sa di perdita di tempo,

la discussione è sempre per pochi,per gli unti diciamo o meglio

ancora per il guru…

Vabbè,accettiamo,il problema è cercare di restaurare un Paese

che è nel baratro,un Paese corroso da mafie e corruzione,un Paese

dove le leggi fatte da disonesti vengono applicate agli onesti

che si sono stufati di essere sfruttati e le lotte fra i poveri,

sovrastano sempre i veri problemi di potere centrale. Con tutte le contraddizioni che vogliamo dipingerci sopra,il Movimento 5

Stelle è l’unica possibilità che abbiamo per liberarci di questa classe dirigente e politica,per poter sperare di ripartire col piede giusto.

Se, come dice Beppe,da ottobre cominceranno a saltare pensioni

e stipendi degli statali(e se non succederà a ottobre,presto succederà),allora si che ne vedremo delle belle,dall’agibilità

politica dell’omino coi tacchi non ce ne fregherà più nulla,e una 

nuova marcia su Roma non ce la toglierà nessuno.

Con l’industria in ginocchio,l’agricoltura che piange,il turismo che perde,l’immigrazione incontrollata,rimarremo qui in agonia ancora

per quanto ?? Siamo la discarica dell’Asia,abbiamo perso arti

e mestieri,abbiamo perso competitività,abbiamo perduto la

dignità di un paese civile,ci siamo piegati agli Americani,alle

Multinazionali,all’Europa,alla Cina,al Vaticano…ma cosa vogliamo

sperare ??

Nei giorni di vacanza,ho seguito molto Rai storia che raccontava 

spesso la storia del 20° secolo: guerre,fascismo,deportazioni,

tattiche militari,distruzione,distruzione,battaglie,cannoni,bombe…

Forse abbiamo bisogno di distruggere per ricostruire?

Forse non faremo alcuna terza guerra mondiale,ma qui siamo

arrivati ad un punto di non ritorno: dobbiamo capire TUTTI

cosa è il buon senso,cosa è la convivenza civile,quale valore

dare al Lavoro con la L maiuscola e allora li,riesco a sperare

ancora nell’idea del Movimento 5 Stelle,senza certamente

pensare a progetti gaia come quelli proposti dal webmaster

Casaleggio,ma da qualcosa di imperfetto bisognerà pure partire.

E allora porcellum si,porcellum no,la rivoluzione silenziosa DEVE

andare avanti,io devo nel mio piccolo,rimanere a lottare al mio

posto,con quello che so fare,con quello che posso fare.

Sono  una goccia del mare,come tutti,e allora,anche se Beppe

non c’è,provo di nuovo a mettere le gambe in spalla per andare avanti.

Quando non avrò + la forza di entusiasmarmi per questa lotta

appena iniziata,lascerò il campo,sarà quel giorno quello di una

piccola sconfitta,il mondo non se ne accorgerà e come sempre

continuerà ad andare avanti,però vi prego amici miei,da ora in poi

parliamo di futuro,non di accordi col PD,non del puttaniere,

nulla che possa offendere l’intelligenza dell’uomo della strada.

Grazie,lo so che mi volete bene…

Lascia un commento