VE LA SPIEGO IO LA DIFFERENZA

Qualcuno sostiene che esiste ancora la destra e la sinistra,qualcuno

dice che ci sono in giro ancora un sacco di democristiani, altri

credono ancora che esistano i partiti ed altri ancora si stanno

organizzando per superare questo gioco delle parti. Forse nell’immagine ho scomodato personaggi che hanno lasciato il segno,

avrei voluto mettere quelli nostrani,ma dopo mi si offendono,

poi mi querelano,e non voglio avere rogne con gli avvocati.

Non parlerò di macro politica,ne so poco,ci sono in giro già un

sacco di esperti,mi soffermerò invece sulle vicende nostrane.

1 IL TEATRINO CROLLERA’

Lo Stato sta trasformando i comuni, ma soprattutto i sindaci,

in semplici esattori,i quali dovranno far rispettare ‘le leggi’,far

votare ai consigli comunali dei regolamenti dove praticamente

non esiste spazio di discussione se non tenere le tariffe quasi

sempre al massimo per sopravvivere,e fin che ce ne saranno

di risorse a disposizione si andrà avanti,dopo,si vedrà.

Quindi sti teatrini di contrapposizione tra destra e sinistra,

centrodestra e centrosinistra sono palle d’altri tempi,in cui in

qualche modo si poteva distinguere la politica fatta ‘per la gente’

e quella fatta per i numeri,per l’ordine,per ‘i ricchi’.

Ora non è più cosi: va fatto quadrare il bilancio prima di tutto,

va rispettato il patto di stabilità necessariamente,vanno prese

le leggi,leggine e codicilli cosi come sono e lo spazio di manovra

‘politica’ rimane praticamente zero.

La legge elettorale comunale ti permette di governare con una

maggioranza prestabilita,all’opposizione rimane per cosi dire il

solo compito di controllare quello che succede ed eventualmente

contestare,ma la minoranza o opposizione deve dimostrare nel tempo di essere + brava dei concorrenti per conquistare nuovo elettorato.

2 MA A NOI CHECCEFREGA DELL’ELETTORATO ?

Forse in pochi hanno capito che noi non dobbiamo conquistare

‘il potere’ cittadino,noi dobbiamo semplicemente vigilare che il

sistema non continui sulla strada della decadenza,della corruzione

dei ‘favori’.  Se negli ultimi 15 anni a Legnano ha amministrato

un gruppo di persone che si riconoscevano nel ‘centrodestra’ le

quali sono convinte di aver amministrato bene ma nel 2012 i

legnanesi hanno bocciato,bèh è già successo qualcosa di importante,di nuovo per questa città. A me non piace contestare 

per il gusto di trovare spazio sui giornali, amo invece dire la mia

se ho da dire qualcosa,altrimenti taccio,un buon silenzio alle volte

vale più di mille parole e nelle mille parole in genere è garantito

il 50% di pura noia e retorica vacua.

Perchè dovrei fare l’opposizione del NO sempre e comunque?

3 FATEVI DELLE DOMANDE…

Prima di esporre le sparate,mi hanno insegnato e ne sono convinto,

bisognerebbe già sapere cosa fare in alternativa, se uno non ha alternative valide dovrebbe sempre adottare il metodo del buon silenzio. Chi è convinto che fare il sindaco in questo momento

sia una passeggiata,sia un onore e basta,questo qualcuno non lo

manderei affanculo come l’istinto barbaro suggerirebbe,gli offrirei

la poltrona di sindaco, subito.

4 PERCHE’ SONO SODDISFATTO DOPO 18 MESI ?

Semplice,malgrado le antipatie per alcuni soggetti,guardiamo 

alcuni risultati e facciamo 4 considerazioni (lo dico anche per i

5 stelle convintissimi)

Sindaco e vicesindaco si sono dimezzati lo stipendio da subito,

io l’avrei fatto ?? Le determine in chiaro e lo streaming per i

consigli comunali li abbiamo ottenuti quasi subito,sui parcheggi

gratis all’ospedale non avremmo potuto fare diversamente,

(l’aveva annunciata anche Vitali prima della sconfitta),su IMU

e Tares non c’era alternativa,sui Rom potevamo fare qualcosa

di diverso ? E su amga ? In questo momento amga rappresenta

la sconfitta del sistema marcio per un inizio di programma snello

e trasparente,non lo volevamo anche noi ?? E’ un peccato dire

che Nicola Giuliano e Pierantonio Luminari siano persone di cui

potermi fidare ciecamente? (di Luminari certo,anzi certissimo)

E allora perchè sono del Movimento 5 Stelle e all’opposizione

devo dire che al loro posto avrei fatto meglio ??

5 BUON SENSO,bisogna usare il buon senso,bisogna istituire

il dialogo,il suggerimento,non le pantomime ideologiche,non

la polemica per il gusto di prendere la parola,non le urla provocatorie… Cittadini siamo tutti prima di essere uomini

politici o dirigenti di importanti settori,rispetto per chi lavora

bene,sarà quindi il cittadino che a fine mandato giudicherà

l’operato,e a livello locale,il legnanese saprà chi scegliere.

E’ semplicemente un nuovo modo di concepire la politica del palazzo, se otteniamo qualcosa di buono per la città,lo otteniamo

per tutti,è finita l’epoca delle medagliette appuntate sul petto,

non ne ha bisogno nessuno,o forse si,ed è per questo che creo

fastidio a qualcuno.. Mi dovrete sopportare ancora per un pò,

non andrò mai nè a Roma,nè al nuovo palazzo della regione nè

a Bruxelles,dovete tenermi nella mia città natia.

Lascia un commento