IGNOBILE TEATRINO

Quasi quasi, rimpiango i tempi in cui ero un cittadino allineato

ai pensieri televisivi, al tifo da stadio, si, erano alti e bassi ma

tifando, una volta vinci , una volta perdi, se tifi per la squadra

giusta spesso il bilancio risulta in attivo…Io ero tifoso di Silviuccio

e del Milan ancor prima che arrivasse Lui e di soddisfazioni me

ne sono tolte (da tifoso appunto). Poi un giorno nella mia vita

ha fatto irruzione un pc, esattamente all’inizio del 2008 e il blog

di Grillo è diventato il sacro blog. Poi ci ho messo la faccia,

poi li ho conosciuti i due soci, poi hanno cominciato ad assalirmi

i dubbi, poi comunque mi hanno eletto, poi ho capito che non c’è spazio per condividere idee, poi ho rivisto affiorare il tifo, poi

ho visto insultare le persone e l’intelligenza umana, poi, alla fine

dei conti, dopo essere arrivati in parlamento, abbiamo visto

teatro, raccomandazioni, trasparenza zero, condivisione zero,

sempre ben mascherata, e allora ho capito che anche questo è

un imbroglio,un vile imbroglio studiato a tavolino per partecipare

alla grande mensa del teatrino della politica facendo tanto fumo

e niente arrosto. L’Italia continua a precipitare, lo ha fatto lentamente col ventennio dell’inciucio D’Alema-Berlusconi-Bossi,

continua a scivolare con personaggi piazzati dai poteri forti

come Monti,Letta o l’attuale fenomeno di Renzi, e continuerà

a precipitare anche se il prossimo governo sarà sciaguratamente

in mano al M5S… Però è giusto che uno almeno si illuda, come

ha fatto B, si usano parole false per illudere la gente, si curano

i mal di pancia con slogan e non medicine, per questo non si

guarirà mai, intanto il mal di pancia fa urlare, ululare, fa tendenza,

fa sfogare con le urla chi argomenti e idee non ne ha.

Siamo nella merda,inutile nasconderlo con miseri trucchetti.

Lascia un commento