FORSE NON CI SIAMO CAPITI

QUESTA è un immagine che conservo con affetto, perchè c’è

dentro di tutto…C’è dentro una speranza, rappresentata da quella

bellissima kermesse di Cesena 2010, c’è dentro il deputato Fico,

trombato alle regionali campane e trombato l’anno dopo alle

comunali napoletane per poi essere eletto al terzo colpo alle politiche. C’è dentro un consigliere comunale di Legnano eletto

nel 2012, c’è dentro Chiara, una della prima ora legnanese che poi

ha deciso di abbandonarci prima della lista civica, c’è dentro

Camillo, un ragazzo spassosissimo che ha fatto il viaggio da Milano

a Cesena con noi, pur conoscendosi solo su fb, c’era Dany, un

ragazzo d’oro, forse perso per strada a causa delle priorità familiari.

Da quello scatto ad oggi sono passati meno di 4 anni, fare una foto

con Fico, Favia, Crimi, Bono, Biolè, era come immortalare dei miti.

Oggi, è accertata una cosa: il m5s non ha ancora rubato nulla,

doveva essere un grande movimento popolare spinto da una forza

misteriosa ed ha invece palesato la sua natura di partito in mano

a 2 persone, ma direi anche una sola, che non ha niente a che fare

col grande movimento democratico popolare, bensi, più chiaramente, è un partito di consenso per condire i ‘maldipancia’

scaturiti da una crisi economica e morale-politica degli ultimi anni.

Ci avevo creduto, lo ammetto, ora il mio compito da eletto e da

cittadino è di far capire cosa è questa scatola vuota del consenso.

Scatola vuota, vuol dire che malgrado il programma sia condivisibile sui punti, nella sostanza, la verità è che sono solo slogan, servono tifosi e non teste pensanti, fulmini di guerra x il

futuro. Le teste pensanti danno fastidio, possono creare rallentamenti sul progetto del capo, che istruisce il suo ‘cerchio

magico’ creato ad hoc per conquistare le vacue istituzioni.

Quanti pentastellati pensavano di ‘invadere’ Roma e fare la rivoluzione ? Quanti italiani sono rimasti delusi dopo aver dato

un palese voto di protesta nel febbraio 2013 ??

Non è un caso che non si avvicinino al m5s persone di un certo 

calibro, vero è che con lo schifo politico attuale, possono bastare

anche persone prese ‘a caso’ e messe li su una poltrona (e poi comandate a bacchetta), ma, SE VOGLIAMO una rinascita

morale, culturale, economica, del  Paese, mica penserete la si

possa fare con dei vincitori della lotteria…

Io stesso, quando mi sono catapultato nell’avventura comunale,

mi chiedevo perchè non si pensasse a ‘formare’ i nuovi consiglieri,

ho capito dopo che per farlo (il consigliere) si potesse anche solo

imparare man mano, ma, pensare a fare i legislatori con i trombati

delle liste antecedenti colme di parenti e riempilista, proprio

avvallava i dubbi di tutti sulla consistenza del progetto.

C’è anche da dire che i partiti tradizionali hanno portato negli anni

degli esempi di legislatori che tutti ben conosciamo, quindi il

ragionamento è stato: ‘se c’è quello li in parlamento, il senatore o

il deputato lo posso fare anch’io’.

Giangio però ha dimenticato un particolare, e cioè che non esistono solo tifosi e taliban nel m5s, esistono persone valide, intelligenti

e con una coscienza, esistono Persone con la P maiuscola che

non svendono la loro anima per un inganno o per l’inclusione in

un cerchio magico di unti dal signore del balsamo, e i talloni

d’Achille vengono tutti a galla.

Vi domando: ma come avete partecipato attivamente alla costruzione di un gruppo e di un pensiero condiviso ?

La risposta ve la do io: avete come me, aderito, avete avvallato

come me, le decisioni del capo. Il problema è tutto qui…I più

attempati che hanno vissuto tangentopoli si ricordano del magico

Silvio che doveva salvare l’Italia, morale dopo 20 anni di

berlusconismo inciuciato col marinaretto pugliese: paese in ginocchio, cerchio magico dei lacchè figli dei partiti sistemato a dovere, cemento dappertutto, sovranità perduta, e poteri dello stato

praticamente asserviti alle lobbyes internazionali.

Chiediamoci chi è Casaleggio & Grillo, società di comunicazione,

chiediamoci dove sono i contenuti politici della loro azione oltre

agli slogan, chiediamoci perchè si vuole combattere una casta

con un’altra CASTA di ‘lecchini’ anzichè cercare Persone valide,

competenti, che possano illustrarci un programma vero per il

nostro futuro e non 2 slides con quattro idee irrealizzabili.

Questo è il mio compito ora, ed è il compito di tutti i cacciati

e fuoriusciti del m5s: cercare competenze, cercare di far

conoscere, con gli inganni si è colpevoli ancor prima di partire.

Mi piace dialogare,mi piace imparare,mi piace ascoltare, detesto

l’inganno, detesto i leccaculo, gli opportunisti, i saccenti…So di non

sapere ma le persone, valgono più di ogni singolo lingotto d’oro.

Usiamo la testa, non lo stomaco per concentrarci sul futuro.

One comment

  1. Complimenti! La penso diversamente, ma di lei si può avere solo rispetto.
    L'odio seminato dalla propaganda grillina ha comportato una solidificazione delle posizioni e un contrasto culturale senza possibilità di mediazioni. Peccato.

Lascia un commento