PREMIO ‘GUSTO’ 10 E LODE

Qualche giorno fa sono passato in via Alcide De Gasperi, quella via

che 50 anni fa si chiamava via della Concordia e al tempo del fascio, via 28 ottobre…Tra via Bixio e via Sella c’era una casa ‘in rovina’, una di quelle case di inizio ‘900 che se avesse insistito su un terreno  più ampio, sarebbe stata abbattuta e costruito un palazzo… Invece, qualcuno ci ha creduto, la casa è stata ristrutturata e decorata con gusto, è diventata un gioiellino, e volentieri la ospito sul mio blog. Ho avuto l’idea di pubblicare la foto su fb nel gruppo “Sei di Legnano se…” ed il successo è stato immediato, ‘likes’ a pioggia, il lavoro è piaciuto veramente a moltissimi. Ho quindi voluto ‘immortalarla’ anche nella versione ‘notturna’…

L’architetto ha avuto molto buon gusto anche sui ‘coni di luce’, e il morale della favola potrebbe essere  questo: anche dalla casa più banale può saltar fuori una opera d’arte, questa lo è. Bravi !!! (non ho foto dello stato iniziale pre ristrutturazione, ma ricordo benissimo che pareva una casa pronta all’abbattimento…). A Legnano, abbiamo un sacco di belle ville e belle case, con curiosità se girate a destra e a manca , troverete e constaterete di persona che non dico balle, di seguito posterò invece alcune foto di ville perdute definitivamente per lasciar spazio a palazzi, il giudizio datelo Voi, mi limito alla proposta iconografica…

Villa Cuttica, corso Italia angolo via Alberto da Giussano,

scomparsa negli anni ’60 (a sx casa Cittera esistente)


Villa di Carlo Dell’Acqua, via XXIX maggio angolo via Cairoli,

mantenuta solo la cancellata originale, poi nei primi anni 30,

Agosti la abbattè per costruire la ‘sua villa’ che posto qui sotto


Ma questa villa ebbe vita breve, le fortune della tessitura

Agosti finirono e nei primi anni ’60 anche questa fu abbattuta

per lasciare spazio all’attuale condominio.


Qui siamo in via Giolitti, la villa costruita nei primi anni ’30 fu abitata fino agli anni ’80, poi lasciata cadere ‘in disgrazia’ ed ora

al suo posto c’è il condominio che fa angolo con corso Italia, dove una volta c’era il monastero di santa Chiara (le colonne nel chiostro interno sono originali del vecchio monastero)



La villa dei f.lli Bombaglio costruita a inizio 900 attigua alla omonima officina meccanica. era all’angolo tra via Gaeta e via Rossini, alla fine degli anni ’80 venne abbattuta…



Villa De Martini, il luogo lo vedete, anche qui, salvata la cancellata, scomparsa nel 1970, costruita negli ultimi anni dell’800



Ed infine due ‘perle’ a cui sono molto affezionato: la ex sede

della Cariplo costruita e inaugurata nel 1927 all’inizio di corso Italia… (scomparsa a fine anni ’50)


e la vecchia sede della Banca di Legnano, per 90 anni magnifica

in largo Tosi angolo via Crispi, scomparsa nei primi anni ’80, in quello spazio ora la fontana in acciaio inox…


Ecco fatto, il tuffo nel passato è compiuto, per molti queste sono

novità, per altri, un mero piacere da rivedere… (ringrazio tutte le

persone che mi hanno fornito queste foto, vedete, diventano patrimonio di tutti,,,)



Lascia un commento