UN ANGELO RISUSCITATO…

Questa sera, dico la verità, ho deciso alle 20,45 di andare a vedere il concerto di Branduardi al teatro Galleria, l’ultima esperienza milanese datata 2014 mi aveva fatto dire: questo è l’ultimo concerto che vedo, uscii dal Nazionale di Milano deluso e amareggiato. Davo per ‘finito’ il mito della mia giovinezza, colui che ancora mi tiene compagnia coi suoi brani quando sono alla guida, uno che ha segnato le varie tappe della mia vita

https://danieleberti.it/2015/08/angelo-branduardi-40-anni-di-musica

Stasera a Legnano, il grande maestro è tornato il folletto del palco, con altri 4 musicisti ha entusiasmato un pubblico caloroso, niente sold out, ma serata più che positiva. Se qualcuno come me ha avuto negli ultimi anni questa sensazione di decadenza irreversibile, oggi, posso affermare che il bianco ricciolone è tornato grandissimo, o forse lo è sempre stato ma io non l’ho compreso. Grazie Angelo, grazie a chi ha creduto in lui nel farlo passare a Legnano per esprimere la sua fonte di arte inesauribile, considerando che fra 3 mesi saranno 70 le primavere sul gobbo del nostro Menestrello…

Lascia un commento