QUANTO E’ BELLA VILLA JUCKER CHE SI FUGGE TUTTAVIA

Prendetevi sta foto, scaricatevela, stampatevela, fatene un quadretto, è la rappresentazione della vecchia Legnano industriale con la villa del suo padrone. Ne sono nate tante di ville bellissime di industriali più o meno famosi, questa ce l’abbiamo ancora in pieno centro e fu abitata dagli Jucker fino agli anni ’70, gli industriali post era famiglia Cantoni, di loro ne ho parlato già in passato…

https://danieleberti.it/2016/03/carlo-jucker-ti-lovvo

Poi la villa divenne sede prestigiosa della Famiglia Legnanese nel 1980, dopodichè, perdonatemi, fu ‘violentata’ con l’ampliamento che fino a pochi anni fa era nascosto dalla vecchia fabbrica, ora il suo retro, evidenzia una bruttezza senza fine, solo chi passa nel parco Falcone Borsellino, rasentandola, si chiede chi possa aver partorito un mostro simile ( mi perdoni l’arch Croci Candiani autore dell’ampliamento, a suo tempo andava bene così) . Certo, prima era appoggiata ad una muraglia, ora come si dice in gergo, ‘è libera su 4 lati’, tre sono accettabili, il quarto è da film dell’orrore. La domanda è: ora che la situazione è cambiata (oramai da 10 anni), ci sarà un architetto legnanese capace di ‘ridisegnare’ il quarto lato della villa per renderla ‘monumento cittadino’? Non vi posto la foto di sto retro, lo dovete guardare dal vivo se siete curiosi, io sono convinto che qualcosa si possa fare, non si può lasciare sta bruttura in pieno centro ed in fregio ad un parco centralissimo come quello dedicato a Falcone & Borsellino nel cuore della city.

Ho trovato un’ idea in rete sulla ristrutturazione di un’altra villa Jucker, ve garba ?

Su insistenza di un amico (che la pensa come me), vi faccio vedere sto benedetto retro da acune angolazioni, inquietante…

Lascia un commento