ROAR, IL RIFLETTORE DEI RICORDI

Una Volkswagen o un’Audi l’hanno acquistata a Legnano almeno un legnanese su 5, ed oggi riesumando un vecchio articolo a firma Cristina Masetti datato luglio 2000 raccontiamo a grandi linee la vita e la morte di un’eccellenza, tristemente vuota li, sul viale Toselli all’altezza del semaforo col photored. Anno  Domini 1950, Alberto Roveda apre in via sant’Ambrogio una piccola officina – autorimessa che dopo un lustro si trasferisce li vicino, in via XXV aprile, arrivato il primo modello del ‘maggiolino’ fu subito un grande successo, Volkswagen e poi Audi sarebbero stati la chiave di volta per l’apoteosi. Nel 1975 il trasferimento in viale Toselli nello stabile che ora vi mostro:

Negli anni ’90 arriva una sede molto più ampia e funzionale,  eccola  rinnovata vista dall’alto…

E agli inizi del 2000 in un impeto di modernizzazione delle filiali, la sede che vediamo esistente, nel 2015 la chiusura, un colpo al cuore per 50 dipendenti e per i super affezionati clienti delle due prestigiose case automobilistiche tedesche… Un vero peccato, ma il mondo continua…

https://www.varesenews.it/2015/07/dopo-70-anni-la-roar-rischia-di-chiudere-50-posti-a-rischio/387003/

Lascia un commento