VIA… XX SETTEMBRE

E alla fine, ci trovarono una data simbolica: il 20 settembre. Credo sia doveroso, in caso di vittoria, percorrere questa lunga via che inizia da via Venegoni e finisce a San Giorgio sud Legnano. Via XX settembre come la breccia di Porta Pia, che li porti tutti via !! Un auspicio, credo, per tutti i legnanesi di buona volontà, quelli cioè che desiderano una politica fatta di idee e proposte, non di intrighi loschi e peccaminosi. Io questa volta lotterò sotto il simbolo della Lista Civica Legnano Cambia, con me altri ex Consiglieri i quali hanno contribuito a mandare a casa la giunta Fratus & soci. Il biglietto da visita mi pare già buono, coraggioso, tenace. Personalmente, per la terza volta consecutiva, proverò a dar voce ai miei concittadini, non alle segreterie, non agli amici e parenti, ma solo per migliorare le cose in Città: nessun progetto faraonico, ma serietà, giustizia, attenzione, queste sono le qualità che servono per rimanere sempre vigili sull’esecutivo che vincerà. Abbiamo convintamente scelto un candidato legnanese con un pedigree speciale, uno che gli occhi sulla città li ha da tempo, non un improvvisato scelto a tavolino. Con noi, nessuna biblioteca al Falcone-Borsellino ma un ottimizzazione dei denari per salvare ciò che c’è da salvare, ristrutturare, far rivivere, trasformare, attualizzare. Siamo costretti ad una campagna elettorale anomala, sotto la canicola estiva, mai successo prima, ma un nuovo Sindaco ce lo abbiamo bisogno, è un punto di riferimento, per tutta la macchina amministrativa e soprattutto per le esigenze dei contribuenti abitanti sul suolo legnanese… Legnano Cambia c’è. Ci tengo ad essere comunque protagonista di questa tornata, vorrei che tanta gente mi riconoscesse l’impegno e la lealtà con cui ho operato sia tra il 2012 e il 2014 che nel secondo mandato tra il 2017 e 2019 conclusosi con la vergogna nazionale. Adottatemi come portavoce, come consulente, suggeritemi ai vostri amici e parenti: io sono qui, sempre e comunque, appassionato e conoscitore della città di ieri e di oggi, si, mi sento ‘appropriato’ per far parte di un consesso di controllo e d’indirizzo come il sovrano Consiglio Comunale. Non chiedo nè denaro, nè favori, chiedo la vostra fiducia perchè viaggio sempre a testa alta e mi piace molto salutare per le vie della città i miei concittadini. Sono 8 anni che scrivo su questo blog di storia e di cronaca, Legnano è il mio tatuaggio insito, e noi legnanesi non meritiamo un cettolaqualunque o dei cettolaqualunque come Consiglieri. Supportiamoci a vicenda, con un voto consapevole, consapevolmente, otterremo i migliori risultati per la Città del Carroccio…

Lascia un commento