UN INUTILE MACELLO

Sono stato in silenzio ascoltando le opinioni sulla questione ex macello pubblico… La costruzione fu inaugurata nel lontano 1898 per regolamentare l’abbattimento del bestiame, successivamente furono costruite le pensiline per il mercato delle vacche, esse nel dopo seconda guerra subirono un danneggiamento tale da convincere l’amministrazione di eliminarle …

All’epoca quindi, eliminate le pensiline fu ampliata la portineria e costruito quel magazzino che ad oggi era divenuto un rottame ad uso magazzino, e pure pericoloso… (foto del 1954)

Poi il Macello perse il suo valore, si cominciò a macellare gli animali in modo regolamentato senza passare per i macelli pubblici che chiusero tutti. Il nostro, sinceramente non era una grande opera, e vedere la parte sud conciata così, meglio un bel parcheggio per la Polizia Locale certamente…

Qui siamo negli anni ’30…

Legnano ha delle perle da salvare, una su tutte la ex palestra di via Pontida, ma anche la vecchia casa della Gioventù Italiana del Littorio in via Milano, o il vecchio Liceo Classico ex casa Salus o anche ricostruire i fienili del Castello.  La parte consistente dell’ex Macello è stata ristrutturata quasi un quarto di secolo fa ad uso sede della Polizia Locale e tra tutti i soldi spesi in opere pubbliche, mi domando perchè si sia arrivati al 2020 per abbattere quei rottami abbandonati a se stessi…  Si creerà un nuovo spazio che renderà giustizia al giardino prospicente il monumento dei Granatieri di Sardegna… Dai, non c’è da soffrire per un rottame abbattuto, pensiamo di salvare un pò di bellezza, un pò di storia, Legnano necessita di rimembrar il proprio passato…

Lascia un commento