NOVE ANNI, MICA BAO BAO, MICIO MICIO

 

Nove anni, anzi nove anni, in grassetto… 3288 giorni son passati da quel 25 dicembre 2011, giorno della nascita di questo blog, blog che pochi mesi fa ha raggiunto il milione di post letti, 1645 in tutto, divisi in temi politici, storia e storie legnanesi, emozioni personali. Un blog per conoscermi, un blog divulgativo, un blog per lanciare messaggi spesso ripresi dalla stampa locale e in pochi casi anche da quella nazionale, insomma direi una panoramica che non passa inosservata. In nove anni sono cambiate così tante cose che anche aprendo il tutto per capitoli, non ne verremmo fuori prima di domattina… Se rileggo il primo post del 25 dicembre 2011 mi vengono i brividi, provate farlo anche voi…

https://danieleberti.it/2011/12/e-natalesiamo-tutti-piu-buoni

Letto ? Che effetto vi fa ? Ero giovane e sciocco direbbe Branduardi, spero fra nove anni di rileggere questo post e non ripetere la stessa cosa, anche perchè a 48 anni si può ancora credere di essere ‘giovani’, a 57 invece, l’autunno della vita è già abbastanza inoltrato.

Di cosa sono fiero ? Prima di tutto del fatto che questo blog sia archivio della storia legnanese, qui ovviamente non c’è tutto, c’è molto diciamo, abituatevi ad utilizzare la barra di ricerca sotto la mia foto in home page, ne scoprirete delle belle, anzi, bellissime. Sulle mie proposte e provocazioni, diciamo che si può essere d’accordo o meno, ma la faccia non ho mai avuto paura di metterla. Le emozioni più intime, le lotte in Consiglio comunale, il parterre dei politicanti locali, i lilla, i biancorossi della palla a spicchi, il mare e le vacanze, i progetti e le proposte fatte e realizzate e quello non realizzato, hanno creato scontro e socialità, cose buone per chi non vuole vivere isolato. Vi dico la verità: sono preoccupato per il futuro, per quello che ha da venire da domani in poi: non ho minimamente paura di morire, prima o poi succederà, moriranno i miei figli e i miei nipoti, la speranza è che il mondo rimanga umano, la tecnologia, la medicina, non vorrei diventassero delle trappole mortali. Se 9 anni fa, in maniera ingenua, pensavo che i Partiti fossero l’unico male del teatrino, oggi sono convinto che questa globalizzazione, questo desiderio da parte dei burattinai di creare un Nuovo Ordine Mondiale, sia davvero davvero un pericolo, le sperimentazioni in tal senso nel mondo, mi suggeriscono questo. Dovremmo pensare ad un Nuovo Umanesimo, altro che NWO (new word order). Ma è quasi natale, non addentriamoci in tortuosi percorsi, potrei perdermi la magia di questo compleanno… Ah bèh, negli anni scorsi ho preparato dei video appositi per gli auguri, ora, se volete, vi regalo qualche foto del tempo che fu, magari un po inedite o quantomento non già viste e riviste e che un abbraccio vi emozioni sempre !! 😇😇😇

ztl via Venegoni primi del ‘900

Il nuovo ‘Pino Cozzi’ nel 1973

Un Palazzo Littorio nuovo fiammante coi tigli di via Matteotti appena piantumati  (siamo nel 1933)

Via Cavour 24, la casa in cui sono nato, costruita nel 1906 da Carlo Dell’Acqua per i suoi operai dell’azienda tessile che insisteva li accanto: Dell’Acqua, Lissoni, Castiglioni

Costruzione nuove tribune in cemento allo stadio comunale Giovanni Mari, anno 1970

Anno 1956, si rimuovono i binari del tram da via Matteotti

Lascia un commento