LE BARRICATE

Ieri sera, il mio amico Stefano, diventato papà in questo 2020, ha postato un video che ho presto condiviso e di cui sono rimasto ipnotizzato, riascoltandolo fino ad ora almeno una ventina di volte… Guardo questi ragazzi giovanissimi che, guidati da un grande maestro, in remoto, cantano a cappella, e solo nel finale aggiungendo degli strumenti un pezzo famoso di qualche anno fa ‘Memories’, una specie di favola dell’innamorato che si immerge in un ricordo indelebile… Assieme al Natale passato coi figli e i nipoti, la cosa più bella da ricordare in questo finale del 2020… Godetevi sto pezzo, lo riascolterete come me diverse volte, giassò…

A seguire le foto di questi ragazzi, per loro un futuro con un mare di punti interrogativi, un mare di sogni, un mare di giorni per vivere le emozioni della vita… Abbiamo il dovere morale, di lasciare loro un mondo non corrotto dallo schifo che ci sta venendo addosso, e noi adulti possiamo agire facendo delle barricate, in fondo questi sono cuccioli come quelli nati da pochi mesi, la loro consapevolezza non la si può limitare ad una mascherina, se non ci arriviamo noi, non ci arriverà nessun altro, anzi, i corrotti vorranno loro come prime vittime sacrificali… Memories… quelle che verranno cancellate per creare nuovi mostri….

Lascia un commento