I VEDANI IN UN SECOLO DI PANE (e non solo)

 

Sabato sera mi è successa una cosa buffa: mi accingevo ad affrontare un aperitivo serale con un amico presso il bar Vicentini e mi si avvicina una signora mascherata… Diomio, l’Eugenia Vedani… Mi ha visto crescere, avendo su per giù l’età dei miei genitori e si è seduta accanto a noi e da legnanese incallito quale sono, ho iniziato a farle domande sull’attività, a chiederle foto d’epoca e insomma, l’aperitivo col mio amico lo abbiamo consumato intanto che lei raccontava visto la sua rinuncia di partecipare al banchetto pre cena… E allora sono riaffiorati i ricordi da bambino, quando frequentavo quel luogo in via 29 maggio 157 con mia nonna per l’approvvigionamento alimentare… Avevo in seno di scrivere qualcosa su di loro, avendo incontrato Marco Vedani prima delle vacanze, poi non ci siamo più sentiti e l’Eugenia, ha pensato  di aggiornare la storia già scritta magistralmente da Cristina Masetti sulla ‘Martinella’ qualche anno fa… (leggetela che è bella)

Ad oggi gli anni dei panificatori Vedani superano i 90 anni e mentre Franco e Eugenia mi hanno visto crescere, io ho visto i loro figli diventare adulti e Marco ora è rimasto solo a quasi 50 anni a resistere nella saga familiare ed ha aperto da diversi anni un secondo negozio di fianco alla chiesa del Redentore con la moglie Sabina. Vedani, quando vedo la foto del papà di Franco e cioè Giovanni, mi pare la sua fotocopia, Franco mi ha visto crescere, io l’ho visto invecchiare dietro il suo bancone, anzi, dietro i suoi banconi, perchè il negozio di via 29 maggio in mezzo secolo è stato rivoluzionato almeno 4 volte, i Vedani hanno saputo rimanere al passo coi tempi e farlo nel settore alimentare, vuol dire essere dei ‘Galli con la cresta’, e Franco con Eugenia poi coi figli Lorenzo e Marco, hanno saputo rimanere sempre sulla cresta dell’onda, non solo per il quartiere di san Martino, ma, rivendica Eugenia , venivano anche da paesi vicini per avere la loro gastronomia superlativa…

Ma in questo post, vorrei ricordare anche gli occhi azzurri della mamma di Franco, la sciura Rina, che stava alla cassa a segnare sui libretti i crediti da pagare a fine mese o ogni quindici giorni, vorrei ricordare il Nevio Gianellini che per anni ha infornato tonnellate di pane delizioso nel cortile che fa angolo con via Montebello… Grazie Eugenia perchè con la tua ‘invasione’ molto gradita hai risvegliato ricordi indelebili per molti legnanesi come me, mi auguro che saltino fuori alcune foto d’epoca da aggiungere a questo post, la memoria è il bene più prezioso che abbiamo oltre alle decine di chili di pane e cose buone che mi hanno fatto diventare ometto, ora con qualche kilo di troppo ma non per colpa vostra… Forza Marco, ora ‘i Vedani’ sono solo in mano tua, il traguardo del secolo è praticamente compiuto…

3 Comments

    • caro amico, il negozio di via Ronchi è citato sulla foto-articolo che ho postato e scritto sulla martinella da Cristina Masetti, la quale difficilmente si fa scappare qualcosa, comunque grazie x aver ribadito questo e se ti ricordi qualcosa, aggiungilo….

    • ma chi si ricorda di quando il negozio era in via montebello? se non sbaglio il fratello di franco si chiamava cesarino.ricordi lontani ma sempre nella memoria.bravi imprenditori.

Lascia un commento