L’ AGENDA ROSSA

 

Tra i regali ricevuti da babbo natale, è arrivata l’agenda dove scrivo i miei impegni, sono ancora all’antica, il telefonino lo uso x telefonare, messaggiare, come timer o sveglia qualche volta, ma scrivere gli impegni settimanali su quell’aggeggio proprio non ci riesco… Quindi come ogni anno arriva l’agenda, quest’anno in formato mini e rossa. Lo so, rosso è un colore ‘passionale’ ma quando sento la parola ‘agenda rossa’ mi viene in mente Salvatore Borsellino quando andava o va ancora nei teatri a raccontare la brutta storia del fratello Paolo e la sua fine con gli agenti della scorta… Sarà un altro anno di merda, garantito, il tempo passa veloce e in troppi non si sono resi conto che questa è la terza guerra mondiale camuffata da ‘emergenza sanitaria’, e si che ce lo dicono, ce lo hanno detto in tanti negli anni passati, da Stainer, a Orwell, dalle Torri Gemelle all’apertura dei giochi di Londra 2012, persino Casaleggio nel 2008 ha messo in rete quella che pareva la follia di un essere transumano… A Hollywood lo hanno fatto vedere in mille salse il futuro, ed ora ci siamo dentro, al calduccio, con l’acqua che diventa sempre più calda e l’umanità svuotata nel frattempo accetta qualsiasi nefandezza pensando di potersi salvare dal progetto criminale di un governo di criminali che possono fare il bello ed il cattivo tempo con le nostre vite… E puntano ai nostri figli e nipoti quegli schifosi…

Il primo coglione/a che mi dirà Buon Anno  riceverà un vaffanculo gratis, non sopporto più questa capraggine, cercate su google Agenda 2030, diomio non è difficile, basta aprire la mente… Cara agenda rossa, per me sarà difficile, per noi tutti sarà difficile, visto il livello e lo spessore della corruzione… Continuate a guardare il vostro piccolo orticello, l’ atomica è già stata sganciata… Enola gay

Lascia un commento