UNA VOCE NEL DESERTO

 

 

Due luoghi a Legnano:

ieri sera al palaBorsani di Castellanza (dai, diciamo che è Legnano), Legnano vs Piombino, serie B

Stamattina amichevole tra Amor Saronno e pari età 2009 Legnarello…

Basket al palazzetto, calcio giovanile sul sintetico dell”Amicizia’…

Ieri sera, nel primo quarto della partita poi vinta da Legnano 95 a 75 esce una palla toccata dal piede di uno dei due giocatori contendenti, un arbitro fischia a favore di Piombino, l’altro a favore di Legnano, qualche protesta, era più vicino l’arbitro che dava ragione a Piombino ma poi ecco una goccia di rosolio sportivo: il giocatore di Piombino va dall’arbitro e dice di avere toccato lui per ultimo… Applausi del pubblico e giustizia fatta, senza Var e con un Giustizia Fatta che concilia con la bellezza dello sport metafora della vita. E’ vero, magari in un altro momento il giocatore non avrebbe confessato, ma lo ha fatto e per me questo si chiama RISPETTO. Le due squadre si giocavano il quarto posto, la partita era sentita e intensa, anche a Basket i giocatori si menano e gli errori arbitrali stanno da una parte e dall’altra, ma il buon esempio non deve guastare mai…

Questa mattina invece, sono stato coinvolto nell’arbitraggio di una partita amichevole di calcio, con gioia accetto di farmi una sgambata per un’oretta e mezza ogni tanto quando mi chiamano e il mio obiettivo è quello di giudicare come meglio posso, le azioni di gioco di questi giovani sognatori che già a 13 anni imitano i grandi cercando di superare l’avversario con mezzi sempre al limite del lecito, regolamento alla mano.  Nel primo tempo, passano in vantaggio i ragazzi di Legnano e a 10 dal termine della prima frazione di gioco (a quell’età si giocano 35 minuti per tempo) un tiro dei ragazzi di Saronno finisce sulla traversa, batte a terra, ritorna in campo… E’ GOL DIRE’ !!! reclamano i ragazzi in maglia blu, ero molto lontano e la palla non l’ho vista superare la linea, quindi non posso concedere il gol… Vabbè è un’amichevole si dirà…L’azione continua e non ho avuto la freddezza e l’accortezza di vedere un paio di dirigenti legnanesi che erano in linea … Finito il primo tempo mi avvicino a uno di loro chiedendo lumi: era dentro mi dice… Mi è salito il famoso fottone, quel senso di rabbia e di colpa per aver negato la gioia ad un ragazzino… (ci voleva tanto a farmi un segno, a richiamare la mia attenzione in maniera che giustizia sarebbe stata fatta subito ? ). Inizia il secondo tempo e vado sia dal mister a scusarmi e a dire che è come fossimo 1 a 1, ma la cosa più bella, arrivato nel centro campo, è stata (rivolgendomi all’autore del gol non concesso) la risposta del ragazzo ( è come se fossimo 1 a 1 dico io, mi spiace non averlo concesso sul campo…): non importa Dire (arbitro), tanto è un’amichevole… Lui sapeva di avere fatto una bella cosa, e sapeva che l’errore ci può stare, ha sorriso e nel secondo tempo hanno segnato un gol per parte… E’ finita 2 a 2 anche se l’arbitro cornuto ne ha convalidati col suo fischio solo 3 su 4…

Lascia un commento